Ashtanga Yoga

Dettagli

Posizioni

Descrizione

L’Ashtanga Vinyasa Yoga (o brevemente Ashtanga Yoga), è uno stile di yoga dall’indole dinamica basato sul respiro.

Le posizioni statiche dello Yoga (asana), sono qui legate le une alle altre da movimenti ampi e fluidi eseguiti in armonia con il respiro.
Il movimento tra le posture fa quindi parte della pratica, come si entra ed esce dalla postura è parte integrale di questo stile in cui ritroviamo un’approccio dinamico alle posizioni statiche.
C’è un ritmo che scandisce il tempo dei movimenti, c’è un ritmo che scandisce il tempo tra una posizione statica e la successiva… Questo tempo è scandito dal ritmo del nostro respiro.
Le asana sono inoltre sincronizzate con il controllo muscolare e la direzione dello sguardo. L’attenzione, un corretto allineamento del corpo e l’equilibrio in certe posture sono strettamente connessi con la direzione dello sguardo. In ogni postura c’è uno specifico punto dove guardare.
C’è una sequenza delle asana, ogni postura o gruppo di posture ha un effetto che è bilanciato da una successiva postura o gruppo di posture, organizzate in sei diverse sequenze di differente difficoltà.
Con la ripetizione della pratica, lavorando sempre con ampio respiro, ampi movimenti e con le diverse posture che si susseguono ed impegnano le varie parti del corpo, i muscoli tendono sia ad allungarsi che a tonificarsi, si incrementa la mobilità articolare e la resistenza, il corpo tende a riscaldarsi (si arriva anche a sudare) ed a sviluppare forza e flessibilità. Grazie al lavoro sul respiro (Ujjayi), fondamento base di questo stile di yoga, anche il sistema nervoso tende a calmarsi.

Durante le lezioni collettive, oltre alle indicazioni generali per tutta la classe, ognuno è seguito individualmente con indicazioni ed aiuti personali.
Il metodo è studiato in modo da permettere a chi lo voglia, di potersi sempre inserire in un gruppo di pratica anche già esistente. Chiaramente stiamo parlando di lezioni dove, dall’inzio alla fine della stessa, c’è la supervisione di un insegnante.
Per chi arriva come principiante e non conosce l’Ashtanga Vinyasa Yoga, le prime lezioni dureranno circa un’ora, tempo che andrà ad aumentare mano a mano che si prende confidenza con il proprio corpo e con quelli che sono i fondamentali della pratica.
C’è un approccio graduale alla pratica, dalla sequenza iniziale della prima lezione, nuove posture vengono aggiunte quando si è pronti ad eseguirle. L’esecuzione delle posture ed il loro ordine si imparano con il tempo e con la ripetizione della pratica stessa. Si termina con un rilassamento a terra.

Le lezioni che propongo, in genere iniziano sempre facendo qualche minuto di respirazione e qualche semplice movimento/posizione di preparazione.
La modalità che ho sviluppato nel proporre l’Ashtanga yoga, è frutto di studio, prove, confronti ecc. in più di 25 anni di diretta pratica personale e anche di insegnamento.
Personalmente ho una grande fiducia in questo tipo di pratica, secondo me ci sono dentro tante tante potenzialità. Negli anni ho percepito su di me e visto su altre persone miglioramenti di svariato genere…

A tal proposito, potete leggere nella pagina Testimonianze, cosa hanno scritto alcune persone che vengono a lezione da me.

(*) L’approccio graduale nell’Ashtanga Yoga è molto importante, bisogna dare al corpo il tempo di cambiare, bisogna darci tempo.